FisioLab
Via Roma - 390
Tavarnelle (FI)

+ (39) 388 1693491
Orario
FisioLab 2.0 POLIAMBULATORIO
Via Imprunetana per T. - 231/A
Tavarnuzze (FI)

+ (39) 327 9009905
Orario
FisioLab STADIUM
Viale Ferruccio Valcareggi - 31
Firenze

+ (39) 370 3790631
Orario

Il Foam Roller è davvero più efficace dello Stretching per recuperare dopo l’allenamento?

In questo articolo ti spieghiamo l’utilità del Foam Roaller e l’utilizzo che ne può essere fatto per recuperare dopo l’allenamento.
Il Foam Roller, letteralmente rullo di schiuma, è uno strumento che vediamo sempre più presente negli allenamenti degli sportivi. Il suo utilizzo viene pensato per lavorare su tutti i muscoli, da quelli dell’arto superiore come ad esempio il gran pettorale a quelli dell’arto inferiore, come ad esempio il gastrocnemio, che insieme al soleo costituisce il polpaccio (ndr), per cercare un recupero più veloce e soddisfacente da chi ne fa utilizzo.


Per svolgere la sua azione è necessario sfruttare il peso del corpo: il rullo di schiuma deve essere posto sul pavimento ed il muscolo da trattare deve “adagiarsi” sopra per comprimere il tessuto e riproporre la compressione similare al massaggio profondo.
I Foam roller sono oramai facilmente re

Trainieren mit Foam Roller, Slide Pads, Terrabändern und Tennisbällen.
Foto: BASPO / Julian Käser

peribili sia su Amazon che nelle grandi catene di abbigliamento sportivo come Decathlon, con cifre tutto sommato ragionevoli, si va dai 10 ai 35€ per quelli un po’ più cingolati.
Aldilà della soddisfazione mista a dolore di chi lo adopera, la scienza medica prova a valutarne l’efficacia rispetto ad altri trattamenti di solito utilizzati per il recupero dopo attività fisica.
E qui arrivano i punti critici: il foam roller non risulta superiore a nessuna metodica comparata, che sia questa lo streching o la massoterapia ma c’è di più.
Comparandone l’utilizzo rispetto al riposo assoluto, non velocizza il recupero fisico.
E allora perché questo esponenziale diffusione?
Senza dubbio un po’ per moda di copiare gli sportivi e un po’ per la voglia viscerale che abbiamo di ricevere massaggi.
Il nostro consiglio è quindi quello di usarlo laddove proviate beneficio con il suo utilizzo, ma di non credere che il foam roller velocizzi il vostro recupero.

Le strategie attive sembrano le più efficaci per recuperare; per chi avesse voglia di approfondire nel link qua sotto trovate qualche utile consiglio per fronteggiare i dolorini del giorno dopo, i famosi DOMS https://www.therunlab.it/rimedi-per-i-doms-ha-senso-allenarsi-e-fare-stretching/

Simone Pratesi
Fisioterapista OMPT