FisioLab Tavarnelle
Via Roma - 390
Tavarnelle (FI)

+ (39) 388 1693491
Orario
  • LUN e VEN15:00-19:30
  • MAR e GIO09:00-12:30
  •          14:30-19:30
FisioLab 2.0 Tavarnuzze
Via Imprunetana per T. - 231/A
Tavarnuzze (FI)

+ (39) 327 9009905
Orario
  • LUN - VEN09:00-12:30
  •          14:30-19:30

FISIOSMART

EVIDENZE SCIENTIFICHE A PORTATA DI MANO

L’efficacia dell’ esercizio terapeutico (Njis et al. , 2015) unito alla terapia manuale (Bialosky et al. , 2014) , è oramai ampiamente riconosciuta nel trattamento dei disturbi muscolo-scheletrici. Un FISIOTERAPISTA MODERNO deve saper utilizzare questi strumenti terapeutici all’interno di un approccio multi-modale, sfruttando ciò che è maggiormente validato dagli ultimi studi scientifici. Il ragionamento clinico corretto è fondamentale per eseguire al meglio una valutazione funzionale, essenziale per poi scegliere quali strategie e tecniche usare durante il trattamento del paziente. Questo l’obiettivo di FisioSmart: concetti essenziali per un approccio ideale.
Si passerà dalla BIOMECCANICA e le NEUROSCIENZE per arrivare ai quadri clinici e alle Red Flags. Dopo aver appreso le nozioni teoriche, ci concentreremo sulla parte pratica, in primis sulle tecniche manuali , dalle MOBILIZZAZIONI alle MANIPOLAZIONI, per poi arrivare alle proposte di ESERCIZIO TERAPEUTICO , fondamentale per poter creare un piano di trattamento cucito su misura per i vostri pazienti.

Tutte le info del corso nelle seguenti locandine

FisioSmart2020TOP

Fisiosmart 2020-2TOP

 

Modulo di Iscrizione

Per l’iscrizione è necessario effettuare il pagamento della quota di iscrizione (Associazione FisioLAB InFORMA, IBAN IT91U0832537901000000203935, specificando nella causale “Nome del corso – Nome e Cognome del partecipante“) e compilare la seguente scheda di iscrizione (spiegando nelle note se i dati di fatturazione sono differenti dai dati del partecipante). L’iscrizione sarà registrata all’effettiva ricezione del pagamento. Se si è già saldata la quota di iscrizione all’associazione effettuare il pagamento senza la quota associativa indicata. Una volta effettuata l’iscrizione i corsi non sono MAI RIMBORSABILI, tranne nell’eventualità del non raggiungimento del numero minimo di partecipanti (per maggiori informazioni scrivere a fisiolabinforma@gmail.com o chiamare il 3279009905).

 

Nome e Cognome *Indirizzo (via, numero, CAP, città e provincia) *Email *Telefono *Codice Fiscale *Partita Iva
Nome Corso *Note




Un tendine della spalla si è rotto! Mi opero o no? Ti risponde FisioLab 2.0!

Questa potrebbe essere una domanda che risuona nella mente di molte persone, infatti oggigiorno il dolore alla spalla è una problematica molto diffusa che diventa più frequente con l’avanzare dell’età, ma è estremamente presente anche nei giovani sportivi/e che praticano attività fisica dove gli arti superiori sono maggiormente coinvolti. Molte volte vengono fatte diagnosi approssimative e di conseguenza anche i trattamenti (farmaci, infiltrazioni, interventi chirurgici ma anche “protocolli riabilitativi”) risultano spesso inefficaci. Tutto questo determina numerosi malcontenti e un grande caos con informazioni contraddittorie che circolano sia attraverso il passa parola che attraverso il web.

Quindi cosa è meglio fare? Chi si deve interpellare per avere una diagnosi corretta? A quali trattamenti è meglio sottoporsi? Facciamo chiarezza.

Read More

Ecco 10 cose da non fare in caso di dolore tendineo dell’arto inferiore

Un ringraziamento particolare a FISIOBRAIN e SAMUELE PASSIGLI , dai quali abbiamo preso spunto riadattando, dall’originale, un articolo dell’ autore  Jill Cook. 

Andando  a parlare di problematiche che riguardano i tendini , è doveroso sottolineare come  la scelta della terminologia del titolo, apparentemente  generica,   “dolore tendineo, ” non è altro che, in realtà, frutto di una premessa,  di seguito riportata.  

 

Il tendine è una struttura composta da tessuto connettivo  e a differenza del muscolo, struttura a cui direttamente collegato,  presenta una scarsa vascolarizzazione. Inoltre , sebbene il tessuto connettivo peritendineo  e i vasi che irrorano il tendine siano riccamente innervati , all’interno di esso vi è una scarsa presenza di innervazione. Ne consegue che tuttora, in queste situazioni,  non è ancora ben chiaro da dove venga il dolore; parallelamente, se si considera inoltre che non vi è la certezza  che in presenza di dolore vi sia un processo infiammatorio in atto, anche il termine tendinite rischia di essere non corretto e fuorviante.
Ciò che è ben più chiaro, è che una corretta distribuzione dei carichi sulla struttura , permette l’adattamento e di conseguenza il rinforzo del  tendine; viceversa stress non consoni possono portare a cambamenti negativi che sono spesso progressivi e inizialmente asintomatici.
I soggetti affetti da questo tipo di patologie spesso continuano a lavorare e a fare sport quando cominciano ad avverire i primi sintomi e l’insorgenza graduale e subdola  li porta a sottostimare il problema.  L’overuse è sicuramente la causa primaria di questo processo , la cui guarigione deve passare da alcuni comportamenti che la letteratura scientifica consiglia di evitare. 

Eccoli di seguito

Read More